BUKHARA

Per la sua età Bukhara è antica quasi come Samarcanda. Nel 1997, nel quartier generale dell'UNESCO a Parigi fu celebrato il 2500º anniversario di Bukhara. Mentre per il numero di monumenti architettonici Bukhara supera la Samarcanda.

Dal punto di vista storico, Bukhara per molti secoli era un centro religioso, culturale e scientifico dell'Asia Centrale: il fatto che halasciato in qualche modo un'impronta particolare sulla città, creando il suo unico ritratto e fascino che ricordano ad ogni visitatore una città favolosa da "Mille e una notte".

Bukhara, così come Khiva, è stata inclusa nell'Elenco del Patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Il Mausoleo dei Samanidi (XI secolo) è una perla tra i monumenti architettonici di Bukhara. Ogni turista ammira i capolavori architettonici come il minareto Kalyan (1121) che divenne un simbolo della città, e la moschea Magoki-Attori, una delle più belle moschee antiche, capace di accogliere contemporaneamente 12.000 fedeli. Per confermare il proverbio: "Meglio vedere una volta che sentirecento", si potrebbero menzionare alcuni altri capolavori architettonici della città, tra i quali l'Arc (la Cittadella, I secolo, restaurato nel VII secolo), la Madrassah di Ulughbek (1447), il complesso Lyabi Khovuz (XVII secolo) e Chor Minor (1807).



Bukhara




2009 anno dello sviluppo