Uzbekistan - SCO: rafforzando l'interazione produttiva

posted 19 Jan 2012, 05:57 by Ambasciata Uzbekistan

La Shanghai Cooperation Organization (SCO) ad oggi ha sei paesi membri: Kazakhstan, Kirghizistan, Cina, Uzbekistan, Russia, Tagikistan e 4 paesi-osservatori: India, Iran, Mongolia, Pakistan, e due partner nel dialogo - Bielorussia e Sri Lanka. L'organo supremo per il processo decisionale in questa struttura internazionale è il Consiglio dei capi degli stati-membri della SCO, il quale si riunisce una volta all'anno. I paesi partecipanti presiedono l'organizzazione alternativamente, con i cicli annuali, terminando la durata del mandato con un vertice.

L’11 giugno u.s. ha avuto luogo a Tashkent il summit ordinario, annunciando la fine della presidenza della SCO del nostro paese, la quale ha attuato una serie di iniziative volte a rafforzare ulteriormente la proficua ed efficace cooperazione tra gli Stati-membri dell'Organizzazione, sottolinea la rivista "Narodnoe Slovo".

La presidenza del Uzbekistan nello SCO, tra l'altro, era volta a migliorare ulteriormente l'efficienza dell'attività di questa struttura, attraverso lo sviluppo dei suoi contatti internazionali e il rafforzamento del quadro normativo.

Da i suoi risultati la attiva posizione dell'Uzbekistan nel determinare la strategia di sviluppo sia della SCO che in generale della vasta gamma della politica mondiale contemporanea. Così, una realizzazione notevole del nostro paese in qualità del presidente di questa influente struttura internazionale è stata l'adozione unanime della Risoluzione della Assamblea Generale delle Nazioni Unite sulla cooperazione tra l'ONU e la SCO, nonché la firma della dichiarazione congiunta sulla cooperazione delle segreterie di queste organizzazioni, che a sua volta determina il quadro giuridico e le prospettive della loro pratica interazione.
Sul riconoscimento dei politologi e gli esperti stranieri questo fatto consentirà all'organizzazione di svolgere un ruolo più attivo nei processi politici ed economici mondiali, non concentrandosi solo sui loro problemi, perchè la collaborazione delle massime istituzioni internazionali puo contribuire efficacemente alla risoluzione di attuali questioni regionali ed internazionali di diversa natura, incluso il terrorismo, il traffico di droga, i cambiamenti climatici, il superamento delle conseguenze delle catastrofi naturali e gli altri.

Gli esperti concordano nel parere sull'efficacia della sequenza di misure adottate dal nostro paese nella SCO, che si basano sulla reciproca fiducia.

Nella attuale presidenza una grande attenzione è rivolta al miglioramento del quadro giuridico e normativo dell'Organizzazione. Ad oggi, nell'ambito della SCO manca un documento che regola l'ordine dell'apertura, lo sviluppo, l'armonizzazione e l'adozione dei documenti legali. Sulla base dell'esperienza della SCO e delle altre organizzazioni internazionali il nostro Paese ha avviato il lavoro sulla bozza dei Regolamenti della procedura SCO, la cui firma, insieme ad altri documenti importanti si aspettano dal prossimo vertice di Tashkent.

Una particolare attenzione è stata prestata agli altri settori prioritari di cooperazione in materia di sicurezza e di stabilità nella regione. Data la crescente collaborazione basata sugli scambi commerciali, economici e di investimenti tra i paesi membri, così come la positiva dinamica di sviluppo delle comunicazioni di trasporto nella regione e la formazione della libera zona industriale "Navoi", che già oggi viene riconosciuta dagli analisti ed dagli esperti come catalizzatore per la crescita economica non solo per l'Uzbekistan, ma per l'intera regione, possiamo dire con la sicurezza che la presidenza del nostro paese ha dimostrato ancora una volta che Tashkent sta cercando, insieme agli aspetti politici della SCO di attirare maggiore attenzione all'attività economica dell'Organizzazione.

Così, il nostro paese rimane fedele ad una delle sue priorità principali, l'intensificazione della cooperazione per gli investimenti, lo sviluppo delle comunicazioni dei trasporti, delle telecomunicazioni, i nuovi posti di lavoro in luoghi di soggiorno delle persone e risoluzione degli altri problemi sociali, al fine di aumentare il livello e la qualità della vita dei paesi partecipanti come pure a rafforzare il ruolo e l'importanza della SCO nell'affrontare i problemi della sicurezza regionale e globale.

Comments