Presidenza dell’Uzbekistan nella SCO

posted 19 Jan 2012, 05:54 by Ambasciata Uzbekistan

Dal giugno 2009 la Repubblica di Uzbekistan è il Presidente della Shanghai Cooperation Organization (SCO). Nell’ambito della presidenza il nostro paese sta attivamente adoperando per rafforzare in futuro la proficua ed efficace cooperazione tra gli Stati membri della SCO.

La priorità più importante nelle attività di SCO durante la presidenza di Uzbekistan è quella di continuare della approbata politica, l'attuazione delle migliori pratiche e l'adozione di nuovi documenti pertinenti.

Uzbekistan presta una particolare attenzione ad un ulteriore miglioramento dell'attivita’ di questa organizzazione attraverso lo sviluppo dei suoi contatti internazionali ed il rafforzamento del quadro giuridico, rigoroso rispetto delle finalità, obiettivi e principi della Carta SCO, elaborazione e attuazione di iniziative legate alla sicurezza e alla stabilità nella regione. Tutte queste misure hanno lo scopo di fornire maggiori prestazioni e il prestigio internazionale della SCO.

In questo contesto, estremamente importanti sono le proposte del Presidente della Repubblica dell'Uzbekistan  Islam Karimov presentate in una riunione dei coordinatori nazionali degli Stati membri SCO il 11 settembre 2009 a Tashkent, volte a migliorare il processo dei meccanismi decisionali all'interno dell'organizzazione, così come le attività della SCO e le sue su-divisioni strutturali .

Le misure proposte sono principalmente volte ad attuare le aree prioritarie di lavoro e di aumentare l'autorità del SCO nella comunità mondiale, allo sviluppo dei suoi contatti internazionali.

L'immagine sempre più positiva della SCO nel mondo come uno strumento efficace per la politica regionale e mondiale nonche’ la necessità di un'interazione tra i diversi centri di potere per la promozione degli interessi comuni e di conflitto nel mondo multipolare di oggi, impone l'importanza dello sviluppo dei contatti tra la SCO e di altri autorevoli organizzazioni internazionali e regionali.

In questo senso, i paesi membri della SCO devono accuratamente e sapientemente utilizzare la tribuna delle Nazioni Unite per risolvere i problemi e promuovere gli interessi dell'organizzazione. Necessario utilizzare meccanismi quali la consultazione tra le missioni degli stati membri della SCO presso le Nazioni Unite, come pure tra i rappresentanti delle segreterie delle organizzazioni per discutere di una maggiore cooperazione per garantire la sicurezza regionale e internazionale e di altri settori di reciproco interesse.

Importante per la SCO è anche stabilire un dialogo con l'Unione europea. Le principali direzioni di cooperazione tra la SCO e l'Unione europea sarebbe la costituzione di un regolare dialogo politico al più alto livello, la lotta contro l'estremismo religioso, il terrorismo, il traffico di droga e la criminalità organizzata, il rafforzamento di interazione nella sfera economica, lo sviluppo del corridoio di trasporto stradale e ferroviario che collega l'Europa e l'Asia.

Una delle priorità è quella di intensificare ulteriormente la cooperazione nel campo della sicurezza e della stabilità nella regione, la lotta contro il terrorismo, il separatismo e l'estremismo nel quadro SCO. Un ruolo particolare da svolgere e’ richiesto alla struttura regionale antiterroristica della SCO.

In questo contesto va sottolineato il fatto che per la SCO è utile la interazione del Comitato esecutivo della lotta contro il terrorismo con il Comitato di Consiglio di Sicurezza dell'Onu, rimane utile a stabilire contatti con le strutture anti-terroristiche dell'ACEAN.

Attualmente la cooperazione commerciale, economica e degli investimenti nell’ambito della SCO è effettuata in conformità con il piano d'azione per l'attuazione del Programma multilaterale di cooperazione commerciale ed economica degli Stati membri dell'Organizzazione. È importante migliorare l'efficienza della cooperazione di investimento e dei legami diretti tra soggetti economici dei paesi SCO nella realizzazione di progetti comuni.

La formazione sulla base di progetti di investimento congiunti di produzioni moderne, non solo nel settore minerario e nelle industrie di lavorazione, ma anche in alta tecnologia potrebbe essere un fattore importante che contribuisce ai problemi di occupazione, la sostenibilità dello sviluppo economico, e in ultima analisi - la situazione socio-economica della sicurezza e della stabilità nella regione.

Tra le priorità piu’ importanti  della SCO e’ lo sviluppo delle comunicazioni di trasporto. In questo caso e’ necessario completare la ricostruzione di una strada nell’ambito del percorso internazionale del trasporto E-40. Uzbekistan ha quasi completamente adempiuto ai propri obblighi in materia di ricostruzione della strada E-40 sul suo territorio. Inoltre la libera zona economica industriale (Siez) creata a Navoi, e’ situata nel centro della E-40 ed è di grande importanza, come un catalizzatore per la crescita economica non solo per l'Uzbekistan, ma anche per tutta la regione. Grazie all'istituzione della Siez "Navoi" molte aziende avranno accesso al nodo di trasporto di prima classe e avranno l'opportunità di diventare fornitori e consumatori di prodotti della Siez. Il terminale di trasbordo situato li’, aiuterà a organizzare il trasporto multimodale. L’importanza del nodo di trasporto in Siez "Navoi" per tutti gli Stati membri della SCO aumenterà con la realizzazione di nuove infrastrutture e di progetti di trasporto nell’Asia centrale. A sua volta, la SCO può contribuire al suo sviluppo.

Nell’ambito della presidenza di Uzbekistan, la SCO si concentra sul miglioramento del quadro giuridico dell'Organizzazione. Attualmente, all'interno della SCO manca un documento unico per disciplinare l'avvio, lo sviluppo, l'armonizzazione e l'adozione di documenti normativi giuridici. Sulla base dell'esperienza della SCO e altre organizzazioni internazionali, su iniziativa di Uzbekistan stanno svolgendo il lavoro sul progetto di regolamento della procedura SCO.

L'idea principale e lo scopo di adozione di questo documento è quello di creare un unico sistema coerente di regolamentazione giuridica i tutto il processo di incontri e di riunioni di esperti negli organi strutturali della SCO. In altre parole, la sistematizzazione di tutta la procedura di preparazione, l'approvazione e l'adozione dei documenti presentati per l'esame.

E’ senza dubbio il fatto che la SCO oggi è un influente organismo internazionale. Questo è soprattutto evidenziato dal crescente numero dei paesi che desiderano diventare membri, osservatori o partner di dialogo. In questo caso, entro la prossima riunione dei capi di Stato e’ previsto finalizzare il progetto di regolamento riguardante l'ammissione dei nuovi membri della SCO.

Come e’ stato sottolineato dal presidente dell'Uzbekistan Islam Karimov in occasione del vertice SCO a Ekaterinburg, l’Organizzazione e’ aperta per l'ammissione di altri paesi della regione che si impegnano a rispettare le finalità e i principi della Carta e le disposizioni degli altri trattati internazionali e gli strumenti adottati dalla SCO. Seguendo la logica di fasi successive della SCO in questo percorso, dobbiamo accelerare la preparazione dei necessari documenti giuridici che disciplinano l'ammissione di stati-osservatori ai membri dell'Organizzazione a pieno titolo.

Nel corso dell’incontro a Ekaterinburg i Capi di Stati-membri della SCO hanno deciso di affidare agli esperti la finalizzazione del documento nell’arco di un anno in modo da coordinarlo e prepararlo per l'approvazione al vertice di Tashkent SCO, che si terrà nel mese di giugno 2010.

Comments