Home Page‎ > ‎Press Releases‎ > ‎

Comunicato stampa

posted 27 Jul 2017, 09:13 by Webmaster Ambasciata

Stato di avanzamento e risultati intermedi dei lavori per l'attuazione del Programma Statale anticorruzione nella Repubblica dell’Uzbekistan. Il Programma Statale anticorruzione per gli anni 2017-2018 è stato approvato con il D.P.R. PP-2752 del 02.02.2017 e comprende la lotta contro la corruzione, le garanzie della trasparenza dell’attività delle autorità pubbliche di gestione.


Secondo il Ministero della Giustizia e il Ministero degli Affari Interni della Repubblica dell’Uzbekistan in questi ultimi anni la Repubblica dell'Uzbekistan sta intraprendendo una serie di misure organizzative e legali volte a prevenire e combattere la corruzione.

Particolare attenzione è rivolta ad individuare le cause e le circostanze, che creano la corruzione, e alla successiva introduzione di nuove forme di lotta contro le manifestazioni di corruzione.

Allo stesso tempo, si presta molta attenzione a garantire approcci normativi per combattere la corruzione.

In particolare, l'adozione della "Metodologia di competenze anticorruzione di atti normativi e legali" ha definito l'ordine delle competenze anticorruzione di atti normativi e legali, al fine di identificare i fattori di corruzione nei loro contenuti, che possono contribuire alla corruzione nel processo di applicazione di legge.

Il documento costituisce la base giuridica per stabilire l'ordine delle competenze anticorruzione di atti normativi e legali ed è un singolo documento standardizzato in questo settore non solo per i dipendenti delle autorità giudiziarie, ma anche per le autorità pubbliche locali, per i servizi legali di Stato e di gestione economica.

Al fine di stabilire i principi uniformi e le regole di condotta etica per i dipendenti del governo e per le autorità esecutive locali, di creare le condizioni per le prestazioni obiettiva ed efficace delle loro funzioni, di prevenire abusi d’ufficio nel servizio pubblico, il 2 marzo 2016 il Consiglio dei Ministri ha approvato la Risoluzione №62 "Regolamento dell’etica professionale per operatori degli organi del governo e delle autorità esecutive locali" :

- principi e regole di condotta basilari dei funzionari pubblici;

- questioni sul conflitto di interessi;

- responsabilità per violazione delle regole dell’etica. 

Tutti gli organi dello Stato hanno sviluppato e approvato delle regole dipartimentali per il comportamento etico dei propri dipendenti, delle disposizioni della Commissione etica e del personale della Commissione, basandosi sui dati relativi al Regolamento.

Un importante passo nella lotta e la prevenzione della corruzione rappresenta l’adozione della legge del 3 gennaio 2017 №3 RU-419 "Sulla lotta alla corruzione", volta ad individuare le principali direzioni della politica statale in materia di organi anticorruzione e organizzazioni impegnate in attività anticorruzione, le loro competenze, le misure specifiche per prevenire la corruzione e le altre questioni importanti.

Al fine di attuare la legge "Sulla lotta alla corruzione", il 2 febbraio 2017 è stato adottato il Decreto del Presidente della Repubblica dell'Uzbekistan № PP-2752, che ha approvato il Programma di Stato sulla lotta contro la corruzione negli anni 2017-2018. Il Programma prevede delle misure concrete e pratiche per combattere la corruzione, definisce lo staff della Commissione Repubblicana interministeriale sulla lotta alla corruzione e il regolamento sulla Commissione Repubblicana interministeriale sulla lotta alla corruzione.

In Uzbekistan si stanno attuando le misure per accrescere la consapevolezza e la cultura giuridica della popolazione, l’intolleranza sociale alla corruzione: in particolare, è stato aumentato il numero delle attività sulla propaganda legale e sulle delucidazioni alla popolazione del significato e del valore degli atti giuridici e normativi adottati.

L'implementazione rigorosa e tempestiva degli atti legislativi dipende dalla loro rapida diffusione tra gli esecutori e dalla spiegazione della natura e del valore degli atti legislativi alla popolazione.

Nuovi regolamenti, decisioni giudiziarie, accordi internazionali e altri atti sono pubblicati sul sito web della banca dati Nazionale della legislazione della Repubblica dell’Uzbekistan : www.lex.uz. Al 1 ° giugno 2017 Sul sito della banca dati nazionale sono stati messi a disposizione per la consultazione e l’uso gratuito i 41 444 atti giuridici in lingua russa e uzbeka, più di 217 sentenze, oltre 1,2 mila trattati internazionali e 684 atti tecnici e altri.

Le autorità giudiziarie, insieme con altri organi statali di gestione, l'autogestione dei cittadini e le altre istituzioni della società civile hanno tenuto quasi 28.000 eventi sulla propaganda legale.

Negli istituti scolastici si tengono corsi dedicati alla lotta alla corruzione: in particolare, nei licei accademici e collegi professionali nel programma di formazione approvato sono stati introdotti corsi speciali sulla lotta contro la corruzione, corsi speciali di formazione e riqualificazione professionale degli avvocati comprendono anche le lezioni su questi argomenti.

Il Ministero degli Affari Interni della Repubblica dell’Uzbekistan e i suoi dipartimenti locali effettuano una serie di azioni per individuare e prevenire i reati di corruzione, per eliminare le cause e le circostanze, che contribuiscono alla corruzione, per attuare il principio della responsabilità in questo settore.

Nel 2017 nella repubblica sono stati identificati i 135 reati legati alla corruzione, di cui i 73 di corruzione, i 62 di furto con appropriazione indebita.

Secondo le modalità della normativa del procedimento processuale penale dell’Uzbekistan, le autorità competenti hanno presentato le misure per eliminare le cause e le circostanze determinate su tutti i reati rivelati.

Il 16 maggio 2017 il rappresentante del Ministero ha partecipato alla conferenza stampa, patrocinata dal Procuratore Generale della Repubblica, dove ha fatto una presentazione sul tema: "Combattere e prevenire i reati della corruzione nel settore bancario." Alla conferenza stampa hanno partecipato anche i rappresentanti della Banca Centrale della Repubblica, le banche commerciali e dei media.
Comments