Home Page‎ > ‎Notizie / News‎ > ‎

Il Presidente Mirziyoyev si è congratulato con la nazione per il 24° anniversario dell'adozione della Costituzione della Repubblica dell'Uzbekistan, un importante evento storico nella vita del paese

pubblicato 17 dic 2016, 04:48 da Webmaster Ambasciata
Il Presidente Mirziyoyev si è congratulato con la nazione per il 24° anniversario dell'adozione della Costituzione della Repubblica dell'Uzbekistan, un importante evento storico nella vita del paese.
Il nuovo Capo dello Stato ha osservato che negli anni di sviluppo indipendente, la Costituzione dell’Uzbekistan ha fornito una solida base per la creazione di uno Stato democratico per la società civile, di mercato libero, un'economia basata sulla proprietà privata, una vita pacifica e prospera del popolo, assicurandone un posto degno sulla scena internazionale.
La Legge Fondamentale ha creato le opportunità per la formazione e il funzionamento libero delle organizzazioni non governative e partiti politici, parte integrante della società civile forte, e ha rafforzato i concetti principali e le normative del sistema elettorale.
La Costituzione ha garantito i diritti e le libertà personali, politiche, economiche e sociali dei cittadini nel pieno rispetto delle disposizioni della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e di altri principali documenti internazionali. Essa ha creato le condizioni necessarie per una maturità spirituale, uno sviluppo globale e armonico.
In questi anni, il sistema di legislazione nazionale è stato istituito sulla base dei principi e delle disposizioni contenuti nella Costituzione dell’Uzbekistan. L’attuazione efficace delle riforme in tutte le sfere della vita ha creato una  base per il progresso del potenziale sociale, economico, politico e militare del Paese.
Il Presidente ha sottolineato che la Costituzione ha un significato unico nel migliorare la coscienza giuridica e la consapevolezza, così come l'attivismo politico dei cittadini uzbeki. Infatti, la partecipazione attiva della gente ad un importante evento politico come l'elezione del Presidente della Repubblica dell'Uzbekistan tenutasi pochi giorni fa né è una conferma.
Il Capo dello Stato ha fatto notare con soddisfazione che le elezioni si sono svolte in condizioni di una sana concorrenza e competizione tra i partiti politici, con libera discussione dei programmi pre-elettorali dei candidati presidenziali, con spirito di trasparenza e apertura e in piena conformità con i principi democratici. 
Al processo elettorale hanno partecipato circa 600 osservatori di 5 organizzazioni internazionali e 46 stati esteri. In particolare, la missione di larga scala dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa Ufficio per le istituzioni democratiche e diritti umani composto da circa 200 osservatori provenienti da 32 Stati ha partecipato per la prima volta.
Gli osservatori internazionali hanno valutato positivamente i lavori relativi alla preparazione e lo svolgimento delle elezioni del Presidente della Repubblica dell'Uzbekistan. Hanno preso atto che sono state create tutte le condizioni per gli elettori, in tutti i seggi elettorali, e in particolare per i cittadini con disabilità e rappresentanti di varie nazionalità. 

Il principio della supremazia del diritto sancito dalla Costituzione è una garanzia importante per le libertà e i diritti umani nella società, e per l'efficacia di tutte le riforme.
Quasi 400 leggi integrali adottati in Uzbekistan nel corso degli ultimi anni regolano tutte le sfere della vita e servono a garantire i diritti e gli interessi umani.
Il Presidente Mirziyoyev ha sottolineato che al momento esiste la mancanza di impatto delle leggi sull’efficienza delle riforme e basso livello del loro ruolo nella regolazione immediata dei rapporti sociali e quindi c’è ancora molto da fare in ambito di integrità, credibilità e disponibilità dei meccanismi di azione diretta di leggi. 
Secondo Mirziyoyev sarebbe opportuno nominare un rappresentante permanente del Consiglio dei Ministri nel Majlis Oliy con l'obiettivo di una cooperazione più efficace tra il governo e il parlamento in ambito della legislazione, il controllo e l'analisi.
È necessario elaborare un meccanismo efficace per spiegare l'essenza di nuove leggi, decreti e risoluzioni al pubblico.
La questione dei diritti umani, sancita dalla Costituzione come valore supremo, continuerà ad essere al centro dell’attenzione. Per questo è estremamente importante raggiungere la vera indipendenza della magistratura.
Il neo Presidente ha proposto di dichiarare l’anno 2017  “L'anno del dialogo con il Popolo e degli interessi umani”. Sulla base degli obiettivi principali e degli obiettivi dell'Anno è necessario riconsiderare radicalmente l'approccio al rapporto tra enti pubblici e cittadini. Saranno introdotti strumenti nuovi e metodi efficaci per stabilire un feedback costante con la popolazione, le questioni che interessano i problemi della gente. È in corso la transizione verso un sistema di lavoro con il pubblico completamente nuovo delle agenzie governative che ricevono il maggior numero di reclami. In particolare, a partire dal 2017 sarà introdotto il sistema di riferimento dei khokims di tutti i livelli, dei capi del pubblico ministero e degli Interni al pubblico.
In questa direzione, è prevista l’adozione del Concetto di riforme amministrative nella Repubblica dell’Uzbekistan, calcolata per il periodo di 2017-2021. Secondo questo concetto:
- saranno adottate misure concrete per ottimizzare la struttura, i compiti ei poteri del governo;
- saranno ridotte le funzioni sovvraposte;
- sarà ridotto il numero totale di dipendenti;
- diminuirà il ruolo dello Stato nella gestione dell'economia.
Mirziyoyev ha parlato della Legge “Sul servizio dello Stato” in via di sviluppo. In questa Legge sarà previsto:
- un sistema efficace di riforma di istituto dei servizi pubblici;
- un miglioramento radicale della sicurezza materiale e sociale dei dipendenti pubblici, mioglioramneto della loro formazione professionale;
- assunzione nel servizio pubblico del personale responsabile, intraprendente, dedicato al loro paese e la gente.    

Il governo dell’Uzbekistan sta sviluppando una Strategia d'azione per l'ulteriore sviluppo dell’Uzbekistan nei prossimi anni 2017-2021, in collaborazione con la Camera legislativa e con il Senato Oliy Majlis, con la partecipazione di organizzazioni pubbliche e non governative. Questa strategia determinerà i compiti più urgenti per migliorare la costruzione dello Stato e del sistema giudiziario, la liberalizzazione economica e lo sviluppo della sfera sociale, il rafforzamento dell'amicizia e dell'armonia internazionale.

Il Presidente ha ribadito:
- Lo svolgimento della politica estera sulla base degli interessi globali del Popolo e del Paese. 
La politica estera dell’Uzbekistan continuerà a basarsi sui principi di non interferenza negli affari interni di altri stati, di risoluzione di conflitti e scontri solo mediante una politica pacifica.
- La continuità della cooperazione efficace con tutti i paesi vicini e lontani all'estero, l'intera comunità internazionale. L’Uzbekistan resterà impegnato per lo svolgimento di politica di pace, aperta e pragmatica.
Negli interessi nazionali l'Uzbekistan collabora con le Nazioni Unite, l'Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai, la Comunità degli Stati Indipendenti, l'Organizzazione della Cooperazione Islamica e altre organizzazioni internazionali.
- Lo sviluppo della cooperazione pratica con la Banca Mondiale, la Banca Asiatica di sviluppo, la Banca Islamica di sviluppo, il Fondo Monetario Internazionale e altre organizzazioni finanziarie ed economiche internazionali.
Comments