Home Page‎ > ‎Notizie / News‎ > ‎

17-01-12 - Auguri ai difensori della Patria in occasione della ricorrenza dei 20 anni delle forze armate dell’Uzbekistan

posted 26 Feb 2012, 06:23 by Admin Website

AUGURI AI DIFENSORI DELLA PATRIA IN OCCASIONE  DELLA RICORRENZA DEI 20 ANNI DELLE FORZE ARMATE DELL’UZBEKISTAN

Egregi soldati e sergenti, ufficiali, generali e veterani delle Forze Armate,

per me è una grande soddisfazione fare cordiali auguri a Voi, che vi siete dedicati alla nobile causa della difesa della Patria, e a tutti i nostri connazionali per una data memorabile nella vita del nostro paese – i 20 anni dal giorno della costituzione delle nostre Forze Armate e per il Giorno dei difensori della Patria.
Durante gli anni dell’indipendenza in Uzbekistan è stato realizzato un lavoro sistematico e graduale, enorme per la sua portata e profondita, per la creazione di un esercito avanzato, mobile e bene armato, che sia in grado di eseguire  compiti tattici e strategici per garantire la sicurezza, la stabilità del paese e l’inviolabilità dei confini.
Tenendo in considerazione le esigenze di oggi e le particolarità del possibile scenario delle operazioni militari, è stata cambiata in modo radicale  la struttura dell’organizzazione e dei ruoli nelle Forze Armate, creato un efficace sistema di direzione delle armi e delle truppe di varia tipologia con a capo lo Stato maggiore unificato, diventato un effettivo centro di direzione operativa e strategica e di organizzazione della formazione operativa e dell’uso combattivo delle truppe.
Sono stati costituiti distretti militari, è stato formato un sistema di difesa e protezione del confine nazionale che ha i requisiti necessari per l’oggi; sulle più importanti direzioni operative sono state create delle unità mobili ed autosufficienti e, in primo luogo, dei battaglioni delle Forze per le operazioni speciali, i Corpi per la lotta contro il terrorismo idonei a opporre resistenza a qualunque mira agressiva di un possibile avversario e formazioni banditesche che siano in grado di infrangere l’inviolabilità delle frontiere e la quieto vivere della nostra popolazione.
Il trasferimento di elicotteri alle unità delle brigate dell’esercito ha migliorato notevolmente le capacità combattive, la mobilità, la potenza di fuoco e la capacità di realizzare operazioni militari fulminee e di breve durata. 
É stato effettuato un lavoro di ampio respiro per fornire all’esercito gli armamenti e i mezzi tecnici avanzati. Inoltre, su una base tecnica, morale ed etica completamente nuova, è stata organizzata la preparazione dei sergenti, nonché dei quadri degli ufficiali del corpo di comando del nostro esercito preparati  e capaci di ragionare in termini strategici. 
La durata del servizio militare di leva è stata ridotta fino a un anno. Inoltre, è stato introdotto il servizio di mobilitazione delle riserve di leva. Ad oggi più della metà di tutti i militari delle Forze Armate sono sergenti e soldati arruolati in base ad un contratto. Tutto ciò ha permesso cambiare in modo radicale l’aspetto e le capacità combattive del nostro esercito, nonché il clima morale ed etico nei collettivi militari.
Abbiamo attribuito e attribuiamo anche oggi una grande importanza al rafforzamento del sostegno sociale, alla creazione delle condizioni di vita ed abitative indispensabili per i militari e le loro famiglie.  Solo negli ultimi cinque anni  lo stipendio mensile dei militari di tutte le categorie è stato aumentato, in media, di tre volte, mentre l’ammontare dello stipendio mensile e della buonuscita dei militari del servizio militare a termine è aumentato di otto volte. 
Al valutare i risultati di quello che è stato fatto abbiamo tutte le ragioni per dichiarare che oggi il nostro esercito non solo difende le frontiere della Patria, la pace e la quiete delle persone, ma sta anche diventando una vera scuola dove si temperano le capacità di ragionare in modo indipendente ed un carattere volitivo e fermo, si acquisisce la tempra fisica e nobili qualità umane, si affinano le esperienze professionali; il servizio militare diventa pertanto veramente una scuola di formazione del coraggio, della fermezza e del fedele servizio alla Patria.
Cari amici,
attualmente l’importanza della riforma e dell’aumento della prontezza delle Forze Armate per una guerra è condizionata prima di tutto dal rapido cambiamento del mondo, dalla continua crescita della tensione della situazione nel Vicino Oriente e nella zona del Golfo Persico, dalla situazione non facile che si sta creando nella regione prendendo in considerazione l’aumento dell’opposizione, di varie minaccie e delle sfide alla sicurezza.
La regione dell’Asia Centrale, a causa della sua importanza geopolitica e geostrategica, delle enormi risorse minerarie e di materie prime, negli ultimi anni sta diventando l’oggetto di una viva attenzione e dell’intersezione degli interessi strategici degli stati maggiori ed è caratterizzata da una tensione che dura da tanto tempo e dall’opposizione in Afganistan dove ormai da 30 anni è in corso una guerra.
L’imminente ritiro dall’Afganistan del contingente americano e delle forze internazionali per l’appoggio alla sicurezza, annunciato per l’anno 2014, può portare all’aumento del rischio di estensione delle attività terroristiche ed estremistiche, a tensioni e lotte in questa estesa regione e alla creazione qui di una fonte di continua instabilità.
Una sfida seria alla stabilità e sicurezza nella regione è rappresentata da una situazione socio-economica che si sta deteriorando nei singoli paesi dell’area, creando terreno favorevole per la crescita del malcontento sociale, i continui nuovi arrivi e l’arruotalmento di sempre più numerosi membri nelle file delle forze estremiste.
Allo stesso tempo bisogna sempre tener conto delle condizioni radicalmente cambiate e della natura delle moderne operazioni militari, caratterizzate da repentinità, impetuosità e breve durata, con l’uso di parti e unità mobili.
L'analisi delle operazioni militari nei conflitti militari e le guerre locali di oggi mostra il fatto d'utilizzo dei sistemi di combattimento radicalmente nuovi per applicazioni speciali, vengono sempre più utilizzate forme e metodi di guerra senza contatto con l'utilizzo delle tecnologie informatiche avanzate, moderne armi ad alta precisione.
In generale, la valutazione della situazione socio-politica, socio-economica, politica e militare nell’Asia Centrale e nel mondo ha mostrato una sempre più crescente tendenza di minacce alla pace, alla stabilità e allo sviluppo sostenibile della regione.
Tutto questo richiede l'implementazione delle misure avanzate sistemiche per l’ulteriore miglioramento dell'efficacia dell'intero sistema di difesa e di sicurezza nazionale, la prosecuzione dei lavori di rafforzamento globale delle capacità e la prontezza delle Forze Armate.
Date le circostanze attuali il Ministero della Difesa, lo Stato Maggiore congiunto delle forze armate, i comandanti dei distretti militari, i comandanti delle brigate, l'intero corpo di ufficiali devono considerare il loro compito più importante la realizzazione delle priorità e gli orientamenti della direttiva del Comandante Supremo delle Forze Armate della Repubblica di Uzbekistan, adottata in occasione del 20 anniversario delle forze armate dell'Uzbekistan.
Una particolare attenzione deve essere rivolta all’ulteriore accumulo dell’esperienza, il miglioramento e l’approfondimento della conoscenza dei principi di base e le tecniche della moderna condotta delle operazioni di combattimento nelle condizioni di un eventuale teatro di operazioni militari nella nostra regione, l'introduzione nelle forze armate dell’abilità di orientarsi rapidamente in circostanze dificili e prendere decisioni in condizioni estremali e difficili, la conoscenza di fondamenti di applicazione delle armi moderni di precisione, e altre caratteristiche delle operazioni di combattimento moderno.
Il lavoro volto a migliorare l’efficienza della pianificazione, l’organizzazione e lo svolgimento delle esercitazioni tattiche di squadra, che dovrebbe diventare una scuola per testare diversi modelli di svolgimento delle operazioni di combattimento nelle condizioni del teatro moderno delle azioni militari richiede una seria attenzione del Comando delle Forze Armate e dei distretti militari.
Al centro della nostra attenzione devono rimanere i problemi di potenziamento delle unità militari con armi moderne e attrezzature, ed i loro mezzi di sostentamento, creando una potente base di riparazioni necessaria per mantenere la prontezza al combattimento e per la modernizzazione delle armi e attrezzature militari esistenti.
Un radicale miglioramento richiede il sistema di formazione, riqualificazione e formazione avanzata dei capi militari e sottufficiali. Il raggiungimento di una nuova qualità di formazione e d’addestramento militare sono una condizione essenziale per il miglioramento della prontezza al combattimento delle Forze Armate.
E’ neccessario continuare il lavoro per un ulteriore sviluppo delle capacità di leadership e di comando tra i sergenti, lo sviluppo delle forme moderne, metodi e tecniche di organizzazione di addestramento al combattimento, l'utilizzo sapiente delle armi moderne e le attrezzature militari da parte del personale, così come il rafforzamento del ruolo dei sergenti nel miglioramento del clima morale ed etico e la disciplina nelle unità primarie. Creare per questo le condizioni di concorso, di incentivi materiali e morali.
Al fine di migliorare la mobilità e la capacità del combattimento delle Forze Armate, il compito più importante è quello di garantire un elevato livello di prontezza dei plotoni di combattimento. Questo compito richiede una revisione dei documenti politici, statuari, di pianificazione e delle linee guida volti a identificare il ruolo e la crescente importanza del plotone nelle condizioni di cambiamento delle tattiche nelle operazioni di combattimento, le caratteristiche del teatro di azioni militari.
Con la crescente complessità e l'espansione delle attività, con il forte aumento del ruolo che deve svolgere il plotone, crescono anche i requisiti dei comandanti del plotone e la loro formazione. Oggi, il comandante del plotone deve essere ben informato e altamente professionale, essere in grado di prendere le proprie soluzioni creative nelle condizioni estreme, abilmente gestire le unità subordinate nel combattimento e nelle loro attività quotidiane.
Al centro della nostra attenzione deve rimanere una piena e tempestiva attuazione dei programmi statali finalizzati a fornire gli alloggi ai militari, a migliorare le condizioni sociali e propri dei soldati, sergenti ed ufficiali.
La questione relativa alla sicurezza sociale dei militari dovrebbe essere vista come un problema di particolare rilievo, in quanto nelle condizioni attuali solo i militari che hanno le garanzie sociali, cosi come le Forze Armate ben addestrati, forti e totalmente attrezzate sono in grado di garantire la sicurezza del nostro Stato.

Cari compatrioti,
In questo giorno di festa, mi congratulo per il 20° anniversario della fondazione delle Forze Armate della Repubblica di Uzbekistan, per esprimere la mia sincera gratitudine a tutti coloro che oggi fanno il difficile servizio nelle Forze Armate che, attraverso il loro instancabile lavoro, e, ove necessario, al costo della loro salute e la vita compiono il loro dovere per proteggere la Patria.
Voglio esprimere la mia sincera gratitudine ai vostri parenti e amici. Essi possono essere giustamente orgogliosi dei loro figli, mariti e padri per il loro degno lavoro militare per il bene della Patria.
Auguro a tutti voi, la felicità, il benessere e la buona fortuna nel nuovo anno 2012!

Islam Karimov
Presidente della Repubblica dell'Uzbekistan,
Comandante Supremo delle Forze Armate

Comments