L’attuazione della Strategia d'azione per le cinque direzioni prioritarie di sviluppo della Repubblica dell’Uzbekistan nel periodo 2017-2021 nel 2017 e piani per il 2018

posted 12 Nov 2017, 09:32 by Webmaster Ambasciata

La Strategia d’azione per le cinque direzioni prioritarie di sviluppo della Repubblica dell’Uzbekistan nel 2017-2021, approvata dal Decreto del Presidente della Repubblica dell’Uzbekistan il 7 febbraio 2017, ha segnato un nuovo approccio del sistema per la pianificazione strategica delle prospettive di sviluppo statale e sociale del paese.

Come un punto di partenza per l'attuazione pratica delle aree prioritarie di sviluppo strategico è stato approvato il Programma Statale per l'attuazione della Strategia d'azione “nell’Anno del dialogo con il popolo e gli interessi umani” (Programma di Stato).

I risultati preliminari mostrano un vero e proprio consolidamento degli sforzi degli enti statali, ONG, delle istituzioni della società civile e della partecipazione attiva di specialisti stranieri e di esperti internazionali per l'efficace attuazione del programma statale.

Fino a oggi, per attuare la Strategia d'azione, sono state adottate quindici leggi e più di 700 atti regolamentari e giuridici per sviluppare tutte le sfere dello stato
e della vita pubblica.

In particolare, nella sfera del miglioramento di costruzione statale
e pubblica,
in conformità con le moderne esigenze e le priorità della struttura,
sono state riviste le funzioni, le strutture di sedici ministeri, enti
e altre organizzazioni, sono state trasformate venti istituzioni della gestione statale ed economica, e altre organizzazioni.

Il sistema giudiziario è stato radicalmente riformato: è stato istituito un unico organo supremo della magistratura - la Corte Suprema della Repubblica dell’Uzbekistan; sono stati creati i tribunali amministrativi per accertamenti
di controversie amministrative derivanti da rapporti giuridici pubblici e da reati amministrativi.

È stato riformato il sistema delle istituzioni degli affari interni, la loro attività principale è volta a garantire i diritti, le libertà e gli interessi legittimi dei cittadini ("Servire gli interessi del popolo").

Nello sviluppo e la liberalizzazione dell'economia è stato riformato il sistema fiscale, che prevede la concessione dell’esenzione fiscale agli enti commerciali (buone contribuenti).

Nell’ambito dei programmi regionali di sviluppo sociale ed economico sono stati realizzati 13339 progetti, sono stati utilizzati crediti per 2,1 trilioni di sum, sono state create dieci zone economiche libere, cinque piccole zone industriali, è in corso la costruzione di una fabbrica per la produzione di veicoli commerciali leggeri con
i marchi "Peugeot" e "Citroen".

In ambito sociale, nella prima metà del 2017 sono stati costruiti e riparati più di 2700 km di strade, sono stati creati 84300 posti di lavoro.

Sono in corso i lavori per l’attuazione del Programma per la costruzione
e la ristrutturazione di edifici a basso consumo energetico e a prezzi accessibili
nelle città negli anni 2017-2021, nell’ambito del quale è prevista la realizzazione
di 1.136 case multipiano (50.286 appartamenti) e di 75.000 edifici residenziali nelle aree rurali sui progetti modelli standard.

È stato costituito il "Comitato per le relazioni internazionali e rapporti pacifici e amichevoli con l'estero presso il Consiglio dei Ministri della Repubblica dell’Uzbekistan" per garantire l’armonia interetnica e la politica estera equilibrata, reciprocamente vantaggiosa e costruttiva.

Sono state approvate ventisei "mappe stradali" in ambito commerciale, economico, d’investimento, tecnologico e tecnico-finanziario con l'Unione europea e 21 paesi esteri.

Una pianificazione qualitativa e anticipata di successive riforme richiede
uno studio e un’analisi approfondita dei risultati raggiunti nel 2017. Nei mesi di agosto e settembre 2017 sarà condotta un’analisi sistematica dei risultati dell’attuazione della Strategia d’azione, raccogliendo delle statistiche e altre informazioni, esaminando i regolamenti adottati e i risultati delle attività degli organi statali di tutti i livelli, tenendo le riunioni, “tavole rotonde”, sondaggi, discussioni pubbliche con il coinvolgimento di rappresentanti delle istituzioni della società civile, dei media, delle università e di esperti esteri.

Il termine per presentare le proposte per inclusione nel progetto del Programma Nazionale per il 2018 è fissato per il 10 novembre, l'inclusione delle proposte nel progetto è subordinata alla previa discussione con il pubblico dell’Uzbekistan.

Il Gabinetto dei Ministri, in collaborazione con le commissioni per l'attuazione delle aree prioritarie di sviluppo della Repubblica dell’Uzbekistan, previste nella strategia d'azione, coordinerà le attività degli organi statali e di gestione economica, delle autorità statali nel settore e delle ONG nell'attuazione degli eventi.

Comments