Pagina iniziale‎ > ‎Economia e affari‎ > ‎Zona Navoi‎ > ‎News‎ > ‎

11/11/09 - Conferenza internazionale a Tashkent per attirare gli investimenti esteri nella Libera Zona Economico-Industriale (CIEZ) "Navoi"

posted 19 Jan 2012, 13:34 by Ambasciata Uzbekistan
Il 21-23 ottobre Tashkent ha ospitato la Conferenza internazionale per attirare gli investimenti esteri nella Libera Zona Economico-Industriale (CIEZ) "Navoi".
Alla conferenza, organizzata dal Ministero degli Affari, Investimenti e Commercio economico con l'Estero della Repubblica di Uzbekistan in collaborazione con l'Asian Development Bank (ADB) e la Banca islamica di sviluppo (IDB) hanno partecipato rappresentati di più di 20 istituzioni finanziarie internazionali e le organizzazioni internazionali, 105 aziende straniere da 42 paesi mondo, così come rappresentanti del corpo diplomatico accreditato a Tashkent.
Durante il Forum è stato sottolineati che le riforme su larga scala, attuate nel paese sotto la guida del presidente Islam Karimov hanno prodotto notevoli risultati. La zona libera industriale ed economica "Navoi" costituita per l'iniziativa del Presidente contribuisce all'ulteriore sviluppo dell'economia.
I partecipanti del Forum hanno presentato informazioni dettagliate sulle priorità della raccolta degli investimenti nell'economia del paese, in particolare nel settore industriale della zona libera economica "Navoi", sul potenziale dell'Uzbekistan nel settore petrolifero e del gas, nella industria mineraria, automobile, dei materiali da costruzione, dell'agricoltura e dei prodotti farmaceutici.
È stato sottolineato che, nonostante la recessione economica mondiale negli ultimi 6 anni in Uzbekistan osservano una crescita economica stabile, che in media costituisce oltre l'8% all'anno. La stabilità politica ed economica è un potente incentivo della consistente crescita del PIL.
Partecipanti internazionali della manifestazione sono stati informati del favorevole clima per gli investimenti e le opportunità create nella SIEZ "Navoi" e le prospettive della collaborazione.
Il centro intercontinentale intermodale logistico, creato in questa zona sarà l'unico sul territorio della CSI, nel quale programmano di effettuare rapido carico e scarico di varie merci, la loro distribuzione e il stoccaggio. Le merci spedite da Asia in Europa e viceversa passeranno attraverso questo centro, il quale diventerà un importante collegamento nel settore dei trasporti a livello mondiale.
Come è noto, la dierzione prioritaria dello sviluppo della regione e SIEZ "Navoi" è l'espansione della produzione ad alta tecnologia, garantendo prodotti competitivi. La presenza di accordi con diversi paesi sul libero commercio è considerato un fattore stimolante per gli investitori stranieri. Nel SIEZ è stato iniziato lavoro per la realizzazione dei grandi progetti che attirano investimenti da parte dei paesi come la Cina, la Corea del Sud, gli Emirati Arabi Uniti, la Malesia, ecc.
L'attenzione dei partecipanti è stata anche attirata alla crescita della produzione industriale in Uzbekistan, sulla comoda posizione geografica sulla crocevia tra Est e Ovest e Sud-Nord, la presenza della manodopera altamente qualificata.
Partecipanti della conferenza internazionale hanno apprezzato gli sforzi dell'Uzbekistan per la diversificazione del settore industriale, l'aumento delle esportazioni di prodotti finiti e lo sviluppo di progetti infrastrutturali. In particolare, il Vice-Presidente della Banca Asiatica di Sviluppo (ABR), Sh.Zhao ha sottolineato che "l'Uzbekistan è uno degli stati più promettenti nell'Asia Centrale ed è il momento di aumentare gli investimenti nei progetti, il più rilevante dei quali è considerato SIEZ Navoi.
Il Direttore Esecutivo della Banca Islamica di Sviluppo (BID) per promuovere il settore privato H.Al-Abudi ha detto che il lancio di un ambizioso progetto SIEZ "Navoi" in una recessione globale dimostra il pragmatismo del governo Uzbeko e la fiducia in se stessi. Una significativa conferma di questo è il livello minimo dei prestiti esteri e la stabilità politica dell'Uzbekistan, che dà la determinazione agli investitori stranieri.
Il direttore finanziario dell'Agenzia per le garanzie degli investimenti multilaterali della Banca mondiale C. Lu ha sottoleniato che nell'ultimo periodo l'Agenzia ha fornito il sostegno assicurativo ai 110 paesi per un importo di 21 miliardi di dollari. Al tempo stesso ai paesi dell'Europa orientale e dell'Asia centrale sono stati rilasciati 1,2 miliardi dollari.
Ha detto che la Banca mondiale valuta positivamente i risultati macroeconomici di Uzbekistan, come lo Stato-guida industriale della regione, ed esprime la sua disponibilità a prendere in considerazione il sostegno assicurativo dei progetti d'investimento nel settore minerario, costruzione dei automobili, energetico, sviluppo di giacimenti di idrocarburi.
Il direttore generale del Dipartimento per lo sviluppo del settore privato, ADB F.Erkuaga ha sottolineato che il lavoro di successo delle banche uzbeke nelle condizioni della crisi finanziaria attira l'attenzione degli investitori stranieri e degli uomini d'affari, così come incentivi fiscali senza precedenti sviluppati nell'ambito del SIEZ "Navoi" .
Il Direttore dell'aeroporto a Navoi No Myong Chol ha detto che Korean Air considera il prendere in gestione l'aeroporto come uno dei più riusciti e ben progettati progetti nel prossimo futuro.
La Corea del Sud è interessata nell'introduzione di know-how e di tecnologie avanzate in Uzbekistan, del sviluppato e riconosciuto in tutto il mondo il brand Korean Air Cargo, nella formazione di uno degli hub più importanti nell'Asia centrale, che non ha analoghi nella regione.
Tra i prossimi piani della parte sudcoreana - installazione dell'hangar per la riparazione di aeromobili, il terminal di scambio, il triplo aumento dei serbatoi per il carburante di 1,4 milioni di galloni.
Attualmente SIEZ "Navoi" ha firmato 19 accordi per 187 milioni dollari per la creazione di imprese industriali. Dopo l'intervento delle imprese a pieno regime loro produrranno un output annuo di 375,5 milioni dollari, quasi la metà dei quali sarà esportata. Nell'anno 2010 nella zona libera industriale economica "Navoi" è pianificato lo sviluppo di 50 progetti.
Nell'ambito della conferenza si è tenuta la borsa di cooperazione di un certo numero di aziende ed imprese di Uzbekistan con la partecipazione dei rappresentanti esteri del mondo degli affari. Durante essa sono stati tenuti i colloqui sulla creazione e il rafforzamento dei legami tra uomini d'affari stranieri e le parti uzbeke.
Sui risultati delle trattative tra le imprese uzbeke e le imprese straniere sono stati firmati i documenti sulla cooperazione nel settore di carburante, energetico, il settore farmaceutico, industria leggera, tessile, alimentare, chimica e ingegneria elettrica, ingegneria meccanica e negli altri settori.
Comments