02/03/10 Bollettino d'informazione (febbraio 2010)

posted 9 Feb 2012, 05:19 by Admin Website   [ updated 14 Feb 2012, 03:53 ]

gerb

AMBASCIATA DELLA REPPUBLICA DELL’UZBEKISTAN IN ITALIA

Bollettino d’informazione
(febbraio 2010)



ROMA


CONTENUTO


1. President of Uzbekistan meets with US Special Representative
2. Our key task is to further develop the country and increase the well being of the people
3. Uzbekistan - Corea del Sud: una nuova fase di cooperazione
4. ADB commends Uzbekistan for promoting Central Asia regional cooperation
5. Microsoft representatives hold meeting at Cabinet of Ministers
6. Lettera al Primo ministro di Tagikistan sulla costruzione della centrale idroelettrica di Rogun
7. Uzbekistan, Kazakhstan consider possibility of expansion of trade cooperation
8. 569th anniversary of Alisher Navoi marked
9. Discovering Bahtiyor Nazarov’s Imagination - Uzbek artist explores Chinese motifs in his works 
10. Music Customs of Uzbek People in the performance of O’lmas Saidjonov

PRESIDENT OF UZBEKISTAN MEETS WITH US SPECIAL REPRESENTATIVE

President of Uzbekistan Islam Karimov met with Richard Holbrooke, US Special Representative for Afghanistan and Pakistan, at Oqsaroy on February 19, 2010.

Welcoming the prominent US diplomat, the head of Uzbekistan expressed the attitude of the country toward further development of Uzbek-American relations on a constructive basis to ensure peace and stability in Afghanistan.

Today, Uzbekistan supplies this country with energy, soft commodities, builds transportation system and provides aid in different spheres of socioeconomic reconstruction. For example, the volume of Uzbek energy supplied to Afghanistan has increased several times this year. Uzbek specialists construct the Hairaton – Mazari-Sharif railway. Large volumes of humanitarian goods and cargo are delivered to Afghanistan through the territory of Uzbekistan.

At the talk, Richard Holbrooke expressed the interest of US administration in strengthening the mutual cooperation with Uzbekistan to maintain regional security. The US Special Representative stressed the particular importance of the position of Uzbekistan to address the Afghan conflict.

Prospects of bilateral cooperation development as well as other topics of mutual interest were discussed at the meeting.



OUR KEY TASK IS TO FURTHER DEVELOP THE COUNTRY AND INCREASE THE WELL BEING OF THE PEOPLE

Address by the President of the Republic of Uzbekistan
Islam Karimov at the session of the Cabinet of Ministers
dedicated to the outcomes of social and economic development of the country 
in 2009 and most important priorities of the economic program for 2010


Distinguished participants of the meeting!

Today our most important task is to critically assess the outcomes of 2009 in the conditions of deepening the global financial and economic crisis and on this basis to define the most important priorities of the social and economic development of the country for 2010.

It is principally important to objectively assess the efficiency of the Anti-crisis program for 2009-2012 so that if it needs to introduce the relevant corrections into the course of its implementation in 2010 and the forthcoming years.

I think that today there is no need to speak about the fact that the year 2009 turned out to be truly very difficult for us.
In fact, we have all grounds to state that the year 2009 became a genuine trial, firstly, of the “Uzbek model” that we chose of transition from the old command and administrative, distribution system to the market system of governance built on the five renowned principles and strategy of consistent and step-by-step reforms and evolutionary development of state and economy.

The fact that the complex of anti-crisis measures adopted by the government has been well thought-out and timely was considerably significant in terms of mitigating and neutralizing the impact of the crisis. Those measures are set for 2009-2012 and ensure the sustainable and continuous work of our financial-economic, budget, banking and credit system, as well as the measures on rendering assistance to enterprises, real sectors of economy and social support of the country’s population.

The complex of the anti-crisis decisions adopted by the government has been well thought and timely.

Allow me to briefly dwell on what has been accomplished to consolidate the financial and banking system. 
The measures that have been and are being adopted allowed for over the last two years to increase the total capital of commercial banks. Last year alone over 500 billion UZS of state funds have been additionally allocated to replenish the charter capitals of leading banks. 

Today the banking system of Uzbekistan not only remains as one of the most stable ones that meet the strict international requirements, but also enjoys the sustainable positions on a number of established standards. The volume of capital sufficiency of our banks exceeds 23 percent, i.e. it is almost as high as three times the international standards set by the Basel Committee.

Fourteen commercial banks of the republic, whose assets in total make up more than 90 percent of the banking system, have received the high rating point “stable” from the leading international rating companies such as “Fitch Ratings”, “Moody’s” and “Standard and Poors”.

By now the total assets of banks as more as twofold exceed the amount of funds in the accounts of population and legal entities, while ensuring their full protection and guaranteeing the timeliness of payments. The aggregate current liquidity of the banking system is ten times more the current obligations of banks on foreign payments. In other words, we have established the solid “safety cushion” of the entire banking system. 

The liquidity and sustainability of national banks serves as a powerful factor of growth of confidence towards the banking system, mobilization of spare funds of enterprises and population to saving accounts. The volume of deposits of population for over the last year alone grew for 1,7 times. In the whole, for over the last ten years the domestic sources being channeled to crediting the real sectors of economy increased for more than 25 times.

As a result, the structure of credit portfolio of banks has cardinally changed. If in 2000 the credit portfolio formed almost 54 percent at the expense of foreign borrowings, then in 2009 84 percent of all credit portfolios of our banks were established at the expense of internal sources. In the conditions of limited foreign sources of borrowings due to renowned reasons it is of an utmost significance vis-à-vis the development of our economy.

In this, the foreign borrowings are attracted primarily in the long-term basis exclusively to financing the investment projects in terms of modernization of strategic branches of economy, support of small businesses and private entrepreneurship.
The total amount of credit resources being channeled to the real sector of economy grew in 2009 as compared to the year 2000 for 14 times. In this, the share of credits of banks aimed to finance the investment projects made up in the total credit portfolio about 70 percent.

The measures in terms of ensuring the financial sustainability and supporting the enterprises of real sector of economy in the conditions of global financial and economic crisis, firstly, at the expense of modernization of production, expanding cooperative, establishing the sustainable partnership relations, stimulating the domestic demand for the products manufactured by domestic manufacturers were profoundly significant.

UZBEKISTAN - COREA DEL SUD: UNA NUOVA FASE DI COOPERAZIONE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DELL'UZBEKISTAN

Il presidente della Repubblica dell'Uzbekistan Islam Karimov il 10-12 febbraio e’ venuto con la visita dello Stato nella Repubblica di Corea. 

Quando si tratta dei rapporti politici, in primo luogo e’ neccessario sottolineare la sincera amicizia tra i capi dei due stati. E’ nata ai tempi in cui l'attuale presidente sudcoreano Lee Myung-bak era il sindaco di Seoul. Nel 2008, Lee Myung-bak, dopo aver vinto le elezioni presidenziali, è diventato il Capo di stato e come ospite speciale, ha invitato il capo del dell'Uzbekistan alla cerimonia dell’inaugurazione. Nel maggio del 2009 il capo di Uzbekistan e di Corea del Sud si sono incontrati a Tashkent. 

La frequenza degli incontri ad alto livello parlano dell’intensivo sviluppo delle relazioni tra i due paesi. Il che aumenta le opportunità per nuovi settori di collaborazione, sviluppo di nuovi progetti comuni, di rapporti reciprocamente vantaggiosi gia’ esistenti. 

Nella residence "Cheong Wa Dae”  e’ stata tenuta la ufficiale cerimonia di incontro con il Presidente della Repubblica di Uzbekistan. Nel corso dell’incontro in "uno contro uno" Islam Karimov e Lee Myung-bak hanno scambiato opinioni sulle questioni relative allo stato attuale e le prospettive delle relazioni tra i nostri paesi, sui problemi regionali e internazionali di comune interesse. 

Il capo del nostro paese ha detto che questo vertice è un'altra chiara conferma di interesse della Corea del Sud nella collaborazione con l'Uzbekistan, mentre allo stesso tempo, Tashkent apprezza il rapporto con Seoul. Lee Myung-bak ha sottolineato che questo incontro è una buona occasione per lo scambio di opinioni sullo stato delle relazioni reciproche e l'ulteriore sviluppo della cooperazione. 

I presidenti hanno discusso questioni di sicurezza. E’ stato fatto scambio di opinioni sulla cooperazione nella lotta al terrorismo internazionale e l'estremismo, il contrabbando di armi e di droga, sulle questioni relative alla prevenzione della proliferazione di armi di distruzione di massa. 

Sono state discusse le questioni di cooperazione nell'ambito delle organizzazioni internazionali. Uzbekistan e Corea del Sud sostengono le iniziative di ogni altro sulla scena politica internazionale. In particolare, Lee Myung-bak ha espresso il suo apprezzamento verso il lato uzbeko per il sostegno della candidatura della città Pyeongchang per i Giochi Olimpici Invernali del 2018. 

Uzbekistan sostiene la posizione di Seoul per affrontare i problemi nella penisola coreana attraverso mezzi pacifici, l'iniziativa del leader della Repubblica di Corea "Nuova Diplomazia Asiatica, così come la strategia energetica. Il risultato dell’iniziativa del presidente uzbeko - la trasformazione dell’Asia Centrale in una zona libera da armi nucleari – e’ molto apprezzata nella Repubblica di Corea. Va notato che l'Islam Karimov e Lee Myung-bak sono d’accordo che la denuclearizzazione della Corea del Nord è una condizione importante per la preservazione della pace e la stabilità nel Nord-est asiatico. 

Costantemente sta sviluppando la cooperazione economica tra i due paesi. Uzbekistan e Corea del Sud stando realizzadno grandi congiunti progetti che riguardano il settore di petrolio e gas, minerario, di ingegneria, costruzione di autovetture, logistica, tessile e chimica, edile, tecnologie dell'informazione e della comunicazione e di altre industrie. Si riunisce regolarmente la commissione mista uzbeko-coreana di cooperazione commerciale ed economica.
Islam Karimov e Lee Myung-bak hanno sottoleniato che le relazioni bilaterali si stanno sviluppando nello spirito della dichiarazione congiunta firmata nell’anno 2006 sul partenariato strategico. E’stata espressa fiducia che questa visita sollevera’ le relazioni tra l'Uzbekistan e Corea del Sud ad un nuovo livello. 

I colloqui tra i presidenti hanno continuato con la partecipazione di delegazioni ufficiali dei due paesi in formato esteso. Si sono concentrati su questioni cooperazione commerciale ed economica, umanitaria e degli investimenti. 

Corea del Sud - uno dei partner d’investimento più grande di Uzbekistan. Gli investimenti della Corea del Sud nell’economia del nostro paese superano 2 miliardi di dollari. Vengono attuati grandi progetti nei settori di petrolio e di gas, minerario, petrolchimico, di logistica e edile. Un chiaro esempio è l'istituzione di zona franca industriale ed economica (Siez) sulla base dell'aeroporto internazionale della città di Navoi. Il centro intercontinentale intermodale di logistica situato nel suo interno è l'unico nel CSI. Qui viene eseguito un rapido carico e scarico delle merci, la loro distribuzione e la collocazione in appositi magazzini. Le merci spedite dall’Asia verso l’Europa e dall'Europa verso l'Asia passano attraverso questo centro. 

Va notato che all'estero cresce l’interesse per questa zona economica industriale. Nel marzo del 2009 a Seoul e’ stato tenuto convegno dedicato alle nuove opportunità di cooperazione d’investimento con Uzbekistan. Gli uominic d’affari della Corea del Sud sono stati informati della convenienza e i vantaggi che vengono proposti nella Siez. Come risultato, sono stati raggiunti gli accordi su 35 progetti d'investimento per un totale di più di 500 milioni dollari US. Questo indica che lo sviluppo industriale della zona di libero scambio “Navoi” è uno dei settori più promettenti della cooperazione bilaterale. 

Si deve sottolineare che l'Uzbekistan, in cooperazione con la Corea del Sud ha dominato la produzione con le tecnologie più avanzate ad alto valore aggiunto, ed ha fatto parte dei paesi produttori dei automobili. 

Collaborazione con la “Korea Gas Corporation” ( "KOGAS") non riguarda solo l'esplorazione di giacimenti di gas, ma anche la produzione di 445 mila tonnellate di polietilene e polipropilene di un anno. In altre parole, il trattamento del gas grezzo e’ in grado di produrre prodotti ad alto valore aggiunto. Nell’ambito di questo progetto è prevista l’attrazzione degli investimenti della Corea del Sud per un importo di 3,12 miliardi di dollari US. 

Nella sfera degli scambi commerciali tra l'Uzbekistan e Corea del Sud a partire dall’anno 1992, e’ in azione il regime di MFN. Dal 2008 il volume degli scambi commerciali è superiore a un miliardo di dollari. Nel 2009 tale cifra ammontava a 1,2 miliardi di dollari. Nel nostro paese operano 351 joint venture uzbeko-coreane. 91 imprese e società del paese ha aperto i propri uffici di rappresentanza in Uzbekistan. 

Durante i colloqui il presidente Islam Karimov e Lee Myung-bak hanno dato un’alta valutazione dello stato attuale di collaborazione commerciale, economica e di investimenti. Tuttavia, e’ stato notato che i risultati non riflettono pienamente le potenzialità e le opportunità di Uzbekistan e Corea del sud. Sono stati ampiamente discusse le questioni del loro utilizzo. 

Si sviluppa la cooperazione umanitaria. Dal 1992 a Tashkent e’ attivo il centro educativo coreano. Nell’universita’ statale uzbeka di lingue mondiali e all’Istituto Statale di Lingue straniere di Samarcanda sono aperti centri di lingua coreana e di cultura, presso l'Università delle Tecnologie dell'Informazione di Tashkent – il Centro delle Tecnologie di Informazione. La realizzazione del progetto di apertura del centro di addestramento proffessionale "Uzbekistan-Korea" a Tashkent è stato un altro importante risultato in materia di istruzione. Ogni anno 360 ragazzi e ragazze a studiano qui in settori quali l'assemblaggio di computer, grafica, ingegneria elettrica, riparazione di macchine agricole, servizio di automobili. 

Fondata nel 1999 a Tashkent la Società di amicizia "Uzbekistan - Repubblica di Corea" ha contribuito notevolmente allo sviluppo dei legami culturali bilaterali. Vengono regolarmente organizzate festival, mostre, concerti e altri eventi culturali. Nella Repubblica di Corea hanno avuto luogo la mostra fotografica "La poesia dell’Asia Centrale", l'esebizione del gruppo ”Sugdi” con un programma da concerto "Lo Spirito della Grande Via della Seta", il festival “Ipak Yuli”, la tradizionale annuale settimana di cultura coreana a Tashkent.  I musicisti e artisti della Corea del Sud regolarmente partecipano al festival di musica internazionale "Sharq Taronalari" a Samarcanda. 

Sui risultati delle trattative sono stati firmati l’Accordo sul Supplemento all'accordo quadro tra i governi della Repubblica di Uzbekistan e la Repubblica di Corea per i prestiti agevolati del Fondo per lo sviluppo economico e la cooperazione (EDCF) per il periodo 2008-2011 del 12 maggio 2008, l'accordo di cooperazione per lo sviluppo di fonti alternative di energia e tecnologie di risparmio energetico, l’accordo degli investimenti per la realizzazione del progetto di complesso di complesso gas-chimico di Ustyurt sulla base del depodsito Surgil con sistemazione del deposito. 

In generale, nell’ambito della visita del Presidente della Repubblica dell’Uzbekistan tra i vari ministeri ed istituzioni dei due paesi sono stati firmati 16 documenti. Loro prevedono lo sviluppo della cooperazione nei settori quali le infrastrutture, la sanità, la tutela dell'ambiente, la quarantena delle piante, il turismo, l'agricoltura e altri settori industriali, cosi come la creazione del parco di Seoul a Tashkent. 

Lo stesso giorno Islam Karimov ha incontrato il Primo Ministro della Repubblica di Corea, Chung Un Chan. Nel corso della riunione hanno discusso le questioni relative il ulteriore rafforzamento e coordinamento della cooperazione tra i governi dei due paesi per la realizzazione degli accordi presi nel corso della visita’.

il Presidente Islam Karimov ha anche avuto colloqui con il presidente della Assemblea nazionale (parlamento) della Corea del Sud Kim Heng O. E’ stato sottolineato che nello sviluppo delle relazioni interstatali un valore essenziale ha la cooperazione degli organi legislativi. Le parti hanno avuto uno scambio di opinioni su un'ulteriore espansione dei rapporti parlamentari. 

Il Capo di Uzbekistan ha visitato il National Memorial Complex della Repubblica di Corea. Ha reso omaggio ai valorosi figli del popolo coreano che sono morti per la liberazione della loro patria, ha deposto una corona al monumento ai caduti. 

Il presidente dell'Uzbekistan Islam Karimov il terzo giorno della sua visita di Stato nella Repubblica di Corea ha ricevuto il Presidente della società «Korean Air» Cho Yang Ho. 

La Società «Korean Air» e’ attivamente coinvolta nella creazione della Zona Industriale di libero scambio "Navoi" e nello sviluppo del centro logistico intermodale intercontinentale "Navoi". In particolare nell’anno 2009 la società ha fornito la compagnia aerea nazionale Uzbekistan Airways sulla base di leasing due aerei di carico che sono ora utilizzati dal centro di logistica. 

Nella zona franca industriale economica "Navoi" sono attualmente in corso di realizzazione 19 progetti dal valore totale di 187 milioni di dollari US. Nella seconda metà del 2010 è previsto di completare 16 progetti direttamente connessi alla produzione – saranno messi in opera le società che lavorano nel settore chimico, dell'industria petrolchimica, dell’ingegneria elettrica, l’ingegneria meccanica, i prodotti farmaceutici e gli altri. 

E’ stata realizzata comunicazione aerea della città di Navoi con le citta’ di Milano, Bruxelles, Bangkok, Delhi, Mumbai. Si prevede di istituire voli per le città di Francoforte, Dubai, Istanbul, Tel Aviv. 

La maggior parte dei documenti firmati durante la visita nella Corea del Sud prevede grandi operazioni finanziaria, consulenze finanziarie nel corso di lavorazione di fattibilita’ dei progetti. Nel garantire il successo della collaborazione tra i ministeri e le istituzioni, delle imprese e aziende dei due paesi e’ di grande importanza il rafforzamento della cooperazione e il coordinamento dell’attivita’ delle istituzioni finanziarie. In particolare, occorre rilevare l'importanza del ruolo delle banche della Corea del Sud nella formazione del consorzio di complesso gas-chimico di Ustyurt.

Nel corso dell’incontro sono state discusse le questioni di un ulteriore sviluppo delle attività bancarie e di cooperazione finanziaria tra l'Uzbekistan e la Corea del sud.

Per valutare i risultati della visita, è sufficiente citare i documenti firmati, in particolare, l'accordo di investimento, che prevede la realizzazione di un progetto per la costruzione del complesso gas-chimico di Ustyurt sulla base del deposito di Surgil e lo sviluppo della miniera. Il costo del progetto supera i 3 miliardi di dollari USA. 

Insieme con gli aspetti economici e politici, è importante sottolineare il significato culturale e spirituale dei colloqui. Così, il Presidente di Corea Lee Myung-bak ha detto: "la Corea del Sud sotto tutti gli aspetti e’ vicina all’Uzbekistan. I coreani rispettano molto il popolo uzbeko, l’Uzbekistan. Quando al Museo Nazionale di Corea è stata organizzata la mostra della cultura nazionale dell'Uzbekistan, i coreani del Sud hanno avuto un interesse senza precedenti”. Inoltre, il Presidente della Repubblica di Corea ha osservato che "nel momento in cui gran parte dei paesi ha sofferto degli effetti della crisi globale, l’Uzbekistan ha avuto crescita economica. Questo, naturalmente, e’ stato raggiunto grazie alla saggia politica del leader del paese. In termini di misure anti-crisi l’Uzbekistan, credo, potra’ servire come modello per molti paesi".

ADB COMMENDS UZBEKISTAN FOR PROMOTING CENTRAL ASIA REGIONAL COOPERATION ASIAN DEVELOPMENT BANK (ADB)

Asian Development Bank (ADB) President Haruhiko Kuroda on 16 February praised Uzbekistan for its strong support for regional cooperation, saying that improved trade and transport links will help Central Asia reap the benefits of its strategic location.

"I am pleased that Uzbekistan strongly supports regional cooperation, which is quickly gaining momentum," Mr. Kuroda said in a speech to diplomats and representatives of multilateral development institutions in Tashkent.

"By further strengthening this thrust, Central Asian countries ultimately contribute to a larger vision of a truly integrated and globally connected Asia – seamlessly connected and working in common purpose."
Mr. Kuroda cited Uzbekistan's role in supplying electricity to the capital of neighboring Afghanistan as an example of Tashkent's bid to boost regional ties.

"This critically important project achieved what once seemed out of reach: a steady supply of electricity to Kabul," said Mr. Kuroda. "The project, which underscores Uzbekistan's crucial role in the region, has benefited 4 million people and laid the foundation for a network to reach many other parts of Afghanistan that are still without access to electricity."

ADB is also funding construction of a 75-kilometer rail line that connects Uzbekistan with Mazar-e-Sharif, the second largest city in Afghanistan. The new line will form a key trade corridor between the two countries.

Mr. Kuroda is in Uzbekistan as part of final preparations for ADB's 43rd Annual Meeting, which takes place in Tashkent from May 1-4. Early on Tuesday, Mr. Kuroda visited the Annual Meeting venues including the International Forums Palace "Uzbekistan", Uzexpocentre Complex, and the International Trade Center and met with senior Uzbekistan government officials including President of Uzbekistan, Islam Karimov and First Deputy Prime Minister, Rustam Azimov.

At the Annual Meeting, ADB officials, government leaders and private sector experts will participate in a series of seminars dedicated to key issues such as ADB's role in a new post-2012 financial architecture designed to combat climate change; reform of the global monetary system; and inclusive growth through social protection.

MICROSOFT REPRESENTATIVES HOLD MEETING AT CABINET OF MINISTERS

The Microsoft director for work with governments of the Central and Eastern Europe Roland Hofmann held a meeting with representatives of the Cabinet of Ministers of Uzbekistan. The meeting focused on the perspectives of cooperation in introduction of information and communication technologies in Uzbekistan.
It was noted that in Uzbekistan a large work was being carried out to develop information and communication technologies in various spheres in accordance with programs approved by the President.
The sides discussed expansion of cooperation in education and agreed that signing of a special memorandum would allow providing all educational institutions with Microsoft products on a preferential basis. They particularly noted the importance of translating the interfaces of the Microsoft products into Uzbek language.
The participants of the meeting also considered development of cooperation in preparing specialists in IT sphere. It was noted that in Uzbekistan annually more than 3,500 IT specialists are prepared, which creates conditions for development of local software industry, and the Microsoft could successfully use this potential.
The issues of cooperation in protection of intellectual property and copyright in Uzbekistan were also discussed at the meeting. In this direction, Microsoft offered holding various seminars and trainings with participation of its specialists.
Perspectives of cooperation in introduction of IT in state management were another area of discussion. The sides said a memorandum with Microsoft to introduce the Innovative Government program could be signed.
The Microsoft representatives were also proposed to expand cooperation with the Center for young programmers training and the Computer Emergency Response Team (UZ-CERT) under the UZINFOCOM center.

ENERGY SECTOR REVIEWS PROGRESS AND OUTLINES PLANS FOR FUTURE

State Joint-Stock Company Uzbekenergo has held an extended meeting of the board. The meeting addressed the results of socioeconomic development of enterprises of Uzbekenergo, implementation of anti-crisis measures, programs of modernization, technical and technological re-equipment of production in 2009 and measures for the sustainable development of the industry in 2010. 
It was noted at the occasion that last year the company achieved steady growth in energy production, implementation of anti crisis efforts and targeted programs of social and economic development. 
Totally, companies produced 101.3% of projected electricity, thermal energy. Export of products and services fulfilled at 156%. Coal production by Uzbekugol reached 101.3%. 
It was noted that investment in the modernization of production increase more than 3.5-fold. In light of the presidential resolution of March 12, 2009 “On major projects on modernization, technical and technological re-equipment of production for 2009-2014” the industry undergoes complex modernization. Dozens of projects aimed at further development of the energy potential of the republic, modernization, technical and technological rearmament of enterprises of the industry, introduction of resource-saving technologies, provision of reliable and quality supply of electric and thermal energy are being implemented. Energy enterprises take extensive measures to improve the efficiency of power plant capacity, reduce specific energy consumption, decrease the share of natural gas through increasing the use of coal in power generation. In 2009, $47.04 million of foreign loans and $165.26 million of credit resources of the Fund for Reconstruction and Development of the republic were directed for these purposes. 
The largest volume of capital investment by the Fund for Reconstruction and Development within the investment program in 2010 will be directed at the development of power industry in the current year. Modernization is associated with the introduction of energy-efficient combined-cycle plants in Navoi and Talimardjan thermal power plants, construction of expander generators at Talimardjan and Sirdaryo thermal power plants. 
UT Reference

Sirdaryo Thermal Power Plants, the largest power plant in Central Asia, was put into operation in 1981 with an installed capacity of 3,000 MW. 
Currently, the power system of Uzbekistan employs 42 power plants with the total capacity of more than 12,350 MW.

Kamil Akhrorov, UT

LETTERA AL PRIMO MINISTRO DI TAGIKISTAN SULLA COSTRUZIONE DELLA CENTRAL IDROELETTRICA DI ROGUN

Alla c.a.

Primo Ministro della Repubblica del Tagikistan

Dott. Akil G.Akilovu

Egregio Akil Gajbullaevich!

Mi rivolgo a Lei su una questione che ha un rapporto diretto con gli interessi di tutti gli Stati situati nella Regione dell’Asia Centrale. Si tratta del progetto di costruzione della centrale idroelettrica di Rogun.
Come Lei perfettamente sa, il Governo della Repubblica dell’Uzbekistan si è rivolto più volte al Governo della Repubblica del Tagikistan, della Federazione Russa e delle organizzazioni internazionali sulla necessità dell’effettuazione di una perizia indipendente per la costruzione della centrale idroelettrica di Rogun, iniziata ancora negli anni ’80, gli anni delle grandi costruzioni sovietiche.
La posizione di principio della Repubblica dell’Uzbekistan è che prima di ricominciare la costruzione della centrale idroelettrica di Rogun, è necessario effettuare una perizia indipendente e dettagliata del progetto stesso, dato che esso è stato elaborato circa 40 anni fa sulla base di soluzioni tecnologiche superate, sia di progettazione che di costruzione.
Secondo la nostra profonda convinzione, è necessario dare una valutazione obiettiva e qualificata degli eventuali effetti della costruzione di un impianto delle dimensioni così grandiose come lo sono quelle della centrale idroelettrica di Rogun, prestando attenzione prima di tutto ai seguenti aspetti:

• danni eventuali che può provocare il presente progetto al fragile equilibrio ecologico della regione, con particolare riferimento alla catastrofica realtà ecologica del Lago d’Aral;

• influenza del presente progetto sul cambiamento del volume e del regime di scolo del fiume Amudar’ya; la stessa sopravvivenza di milioni persone in questa regione, con un clima fortemente continentale e desertico, dipende direttamente dalla disponibilità di acqua potabile e per l’irrigazione, in particolare nei frequenti, ripetuti periodi in cui il livello dell’acqua nel fiume è basso;

• grado di sicurezza del progetto da pericoli derivanti dall’attività umana e da forti terremoti, dato che la presunta costruzione della centrale idroelettrica di Rogun si trova in una zona ad alta sismicità, sulla linea di rottura tettonica, ove più volte si sono verificati terremoti di grado 10. E’ difficile immaginare la gravità di una catastrofe umanitaria, con la morte di centinaia di migliaia di persone, che può essere provocata dalla rottura delle digh

Questo pericolo è tanto più alto se si considera che su altri impianti, come ad esempio le centrali idroelettriche di Toktogul e di Nurez, costruite più di 35 anni fa, non si sono effettuati lavori di manutenzione completa, e per questo spesso succedono incidenti che mettono in pericolo l’intera regione.
Si è potuto vedere a quali effetti catastrofici possono portare la grave negligenza e gli errori di progettazione e costruzione di grandi impianti idraulici nel recente incidente nella centrale idroelettrica di Sayano-Shushenskaya.
La legittimità della posizione dell’Uzbekistan sulla presente questione è sostenuta in modo univoco da autorevoli organizzazioni internazionali, quali l’Organizzazione delle Nazioni Unite, l’Unione Europea, la Banca per lo sviluppo dell’Asia e dell’islam, nonché dalla Federazione Russa e le sue organizzazioni pubbliche e da altri paesi.
Nonostante i nostri ripetuti appelli su questa questione, vi è stata una completa trascuratezza da parte del Governo della Repubblica del Tagikistan che attualmente, senza considerare la necessità di un tracking tecnico e di progettazione, continua la costruzione dell’impianto a ritmi accelerati.
C’è inoltre da sottolineare il fatto che in questo progetto sono coinvolte società russe di progettazione, costruzione e montaggio, le quali sono probabilmente poco interessate agli eventuali effetti negativi della costruzione.
Rivolgendomi a Lei di nuovo, Le chiedo ancora una volta di valutare l’opportunità di una perizia indipendente sotto l’egida dell’ONU e delle sue strutture autorizzate, la quale potrà valutare oggettivamente sia la fondatezza del progetto stesso che tutti le sue eventuali conseguenze, comprese le questioni ambientali, l’equilibrio idrico, i pericoli di incedenti causati dall’attività umana, e solo dopo l’ottenimento di una risposta soddisfacente a tutte queste questioni, continuare la progettazione e la costruzione della centrale idroelettrica di Rogun.
Il Governo della Repubblica dell’Uzbekistan auspica che nell’affrontare questa importante questione, cruciale per uno sviluppo equilibrato della nostra regione, prevalga un approccio saggio.
Nell’ipotesi di ulteriore trascuratezza della posizione della Repubblica dell’Uzbekistan, ci riserviamo il diritto di rivolgerci su questa questione alla comunità internazionale e alle organizzazioni ambientali mondiali, con lo scopo di far prevenire eventuali effetti catastrofici legati alla realizzazione di questo progetto.

Distinti saluti,

Sh.Mirzieev

Primo Ministro della Repubblica dell’Uzbekistan

Giornale “Pravda Vostoka”, 03.02.2010 (? 23)

UZBEKISTAN, KAZAKHSTAN 
CONSIDER POSSIBILITY OF EXPANSION OF TRADE COOPERATION

  The Joint Intergovernmental Commission for bilateral cooperation between Kazakhstan and Uzbekistan discussed the possibility of expansion of trade and economic cooperation of two countries at its 11th sitting.

The agenda of the 11th sitting of the Joint Intergovernmental Commission for bilateral cooperation between Kazakhstan and Uzbekistan included the questions of expansion of trade and economic cooperation between Kazakhstan and Uzbekistan, cooperation in the field of agriculture and water management, cooperation in transport, settlement of promissory notes between the energy supply systems of two countries and expansions of the contract-legal base of bilateral cooperation.

The questions of performance of the decisions of the protocol of the 10th sitting and the questions of carrying out of 12th sitting were considered as well, Kazakhstan Today agency reported.
The sitting participants also discussed the forthcoming visit of the President of Kazakhstan, Nursultan Nazarbayev, to Uzbekistan.

569TH ANNIVERSARY OF ALISHER NAVOI MARKED

The 569th anniversary of Alisher Navoi was marked on 9 February with a traditional ceremony at the National Park of Uzbekistan, which bears the name of the great poet and thinker.
Poets and writers, scientists, teachers, students, representatives of culture and art spheres, government and public organizations, as well as foreign diplomats took part in the ceremony.
The participants, among them State Advisor to the President H.Sultanov, Vice Prime Minister A.Aripov and hokim (mayor) of Tashkent A.Tukhtayev, laid flowers to the monument of Alisher Navoi.
The speakers at the event said wide measures were being taken in Uzbekistan to preserve and study the artistic and scientific heritage. The works of Alisher Navoi, in particular, promote ideas of humanism, unity, peace and love to Motherland.
The works of the great poet are studied all over the world and have been translated and published in many languages.

DISCOVERING BAHTIYOR NAZAROV’S IMAGINATION

Uzbek artist explores Chinese motifs in his works
Fine arts have long been a vital element in intercultural dialogue. Today, Uzbek artists aptly mingle symbols peculiar to the national culture with those of foreign artistic traditions.
A glowing testimony to this argument is Motifs of China, a personal exhibition of the artist Bahtiyor Nazarov, member of Ijod Association. The exposition is taking place at the National Arts Center. It is organized by the Forum of Culture and Arts of Uzbekistan Foundation, Ijod Association, and the Chinese Embassy in Uzbekistan.
   In search of inspiration, Bahtiyor Nazarov has traveled much. His works have so far been presented at exhibitions in India, Latvia, Spain, the United States, Morocco, Hungary, the Czech Republic, Russia and other countries. 
According to the artist, his noble dream to visit China came true in 2007. “I worked a lot there,” admits Nazarov. “I have sought to convey those bewitching customs and culture of Chinese people by my works. By this I would be delighted to have made my input into consolidation of friendly relations between our countries.”
Akmal Nur, People’s Artist of Uzbekistan, shares his thoughts. “I admire Bahtiyor’s lust to work hard and proclivity to novelty. Today we can enjoy the brilliant outcomes of his creative aspirations.”
“The current exhibition has a symbolic meaning,” adds the People’s Artist of Uzbekistan Ortiqali Qozoqov. “It implies that works by Uzbek masters have elevated to the international level with considerable success. Also, one can observe with pleasure that elements of cultures from various countries get presented in our artists’ masterpieces. All this process has had an encouraging impact on boosting the relations between nations. Bahtiyor Nazarov could well be referred to as a dazzling representative of public diplomacy.”
“The title Motifs of China notwithstanding, we can spot a series of paintings depicting Uzbek way of life,” shares a visitor, Faroghat Tuhtanazarova, student at the University of World Economy and Diplomacy. “For instance, the work Uzbek Woman depicts the genuine splendor of Uzbek ladies. The exhibition has proved to be a “spiritual nourishment” for visitors.”

Feruza Niyazova

MUSIC CUSTOMS OF UZBEK PEOPLE

in the performance of O’lmas Saidjonov

A concert of celebrated and widely adored national singer O’lmas Saidjonov has taken place in the Grand Hall of State Conservatory. This remarkable event presented a fantastic opportunity for spectators to take pleasure in the genuine beauty of Uzbek traditional melodies, to plunge into the magic world of the rich cultural heritage from our ancestors.
Uzbek people are famous for the unique national culture and traditions, considerable part of which is occupied with musical art. The traditions of national music expressing originality, special peculiarities and charm of the nation, are unique creation of our ancestors, reached our days in their primordial form and consequently representing special value. National Uzbek music is widely known for its diverse styles and directions: such form of folk art as ashoula – a lyrical lingering song takes a special place in it. National dances, bewitching by the beauty and tenderness, are classical samples of traditional musical art.
Throughout centuries the traditions of national culture passed on from generation to generation, getting developed and perfected, and today they have made a rich spiritual heritage being a subject of pride and admiration. Today, these traditions have found the embodiment in creativity of modern national musicians, one of whom is the outstanding singer of Uzbekistan O’lmas Saidjonov.
The Uzbek national ensemble Mumtoz, the ensemble of song and dance O’zbekiston which demonstrated vivid examples of classical national dance and melodies, as well as the People’s Artist of Uzbekistan Mirzohid Rakhimov and the Honored Artist of Uzbekistan Nasiba Qambarova took part in the concert of O’lmas Saidjonov’s Mumtoz Navolar (Lyrical Melodies).
“We profoundly prepared for this concert, as we are true admirers of this outstanding singer’s talent,” said Qodir Mo’minov, the art director of the ensemble O’zbekiston. “We prepared three acts for the concert. I always with great pleasure put dances on O’lmas Saidjonov’s songs, because his songs reflect the soul and voice of the people. O’lmas Saidjonov is the owner of a unique voice, and his creativity enriches culture and art of Uzbekistan, being pride of the people.”
Admirers of the Uzbek national art enjoyed the skill and talent of the singer. Superb vocal-instrumental works with classical verses of eastern poets, such as Navoiy, Fuzuliy, Munis on the basis were performed brilliantly. And, certainly, special sounding of Uzbek national instruments enchanted with the deep feeling and beauty.

Guzal Fayzieva

Comments